R. Wolf, Cementificio.

 

Il Progetto LIA si propone di porre in essere attività culturali e scientifiche destinate ad approfondire, con metodo giuridico-comparato, il fondamento e le modalità di sviluppo di una dinamica di innovazione istituzionale definita come «autonomia integrale» del Trentino intesa come una formula avanzata – e dunque come una esperienza innovativa rispetto all’autonomia speciale già prevista e garantita dalla Costituzione repubblicana.

La caratterizzazione scientifico-disciplinare del Progetto LIA riferita al diritto consente di inquadrare il tema poliedrico dell’innovazione istituzionale in termini sia di elaborazione propositiva di soluzioni originali, sia di individuazione di strumenti di garanzia dei risultati già acquisiti dall’autonomia speciale trentina. In tal senso, particolare attenzione viene rivolta alla prospettiva  di elaborazione di ipotesi di revisione statutaria nonché, in sintonia con le altre autonomie speciali alpine, anche di revisione costituzionale.

Il Progetto  LIA costituisce pertanto la cornice di coordinamento entro la quale collocare una pluralità di singole iniziative da attivare ad hoc  ovvero anche di iniziative già in corso di svolgimento; e si qualifica altresì per la capacità di individuare di volta in volta le risorse intellettuali adeguate da aggregare in ragione delle singole iniziative, che siano di natura seminariale o convegnistica ovvero di elaborazione di studi e ricerche, facendo riferimento sia a studiosi italiani e stranieri di riconosciuto status accademico, sia a giovani ricercatori motivati e capaci.

 

Progetti di ricerca:

 Gruppo di lavoro ASA (Autonomie Speciali Alpine)

euroAutonomia e finanza pubblica 

Litatn icona autonomia integrale e scuola 1Autonomia integrale e scuola

 Regioni conoscenzaLe «Regioni della conoscenza» e le «Università territoriali» nelle prospettive di Orizzonte 2020: una comparazione giuridica