R. Wolf, Cementificio.

 

Autonomia e giurisdizione

Nell’ambito del programma di ricerca LIA, Autonomia e Giurisdizione, si è attivata una linea di indagine concernente l’intersezione fra le aree tematiche (i) della prospettiva dell’autonomia integrale – in relazione alle vigenti competenze in materia di giustizia di pace, di amministrazione giudiziaria e penitenziaria, (ii) delle dimensioni della tutela giurisdizionale dei diritti e (iii) del pluralismo culturale risultante dal fenomeno migratorio, con particolare riguardo alla configurazione della figura dell’«esperto culturale» ed alla sua utilizzazione in sede processuale, nel contesto del diritto costituzionale dell’integrazione europea. La linea d’indagine si propone, nella sua fase iniziale, di predisporre una sede di confronto e dialogo fra magistrati, avvocati e ricercatori, con il fine di verificare il rilievo – attuale e potenziale – di tale figura in relazione alla crescita di contenzioso nel quale la dimensione del pluralismo culturale abbia un rilievo specifico, alla luce altresì della declinazione attuale ed eventuale delle competenze dell’autonomia speciale. In argomento è in corso di svolgimento un progetto di ricerca diretto dalla professoressa Livia Holden, presso l’Università di Oxford, finanziato dall’ERC (European Research Council) in tema di “Cultural Expertise in Europe: What is it useful for?” la cui descrizione di sintesi prevede che: “It brings together scholars with competence on cultural expertise in more than ten countries and adopting both historical and socio-legal perspectives. The programme is conceived as an exploration of the variety of regulations and practices regarding the role and use of cultural expertise, temporarily defined as the “special knowledge that enables socio-legal scholars, or, more generally speaking, cultural mediators - the so-called cultural brokers-, to locate and describe relevant facts in light of the particular background of the claimants and litigants and for the use of the court”. This working definition is proposed as a referent for update and re-contextualisation within legal theories and in the living law”. Bibliografia di riferimento: Livia Holden (ed.), Cultural Expertise and Litigation: Patterns, Conflicts, Narratives, Routledge, 2012.

 

Eventi