R. Wolf, Cementificio.

 

 

 

 

Le Autonomie Speciali Alpine (Valle d’Aosta/Vallée d’Aoste, Trentino, Alto Adige/Südtirol, Friuli Venezia Giulia) presentano ragioni d’ordine storico, culturale e territoriale che accentuano e rendono evidente la condivisione di temi e percorsi di autonomia differenziata. In situazioni di crisi quale l’attuale, il contenzioso costituzionale rappresenta – per frequenza e per incidenza sull’equilibrio generale dell’ordinamento – uno strumento cruciale per la garanzia dell’autonomia speciale, tale da richiedere una riflessione costante sulle articolazioni argomentative della giurisprudenza. Si rende opportuno, di conseguenza, disporre di una sede di riflessione permanente sulla giurisprudenza costituzionale e sulle prospettive di sviluppo dell’autonomia speciale verso l’autonomia integrale.

Partecipano al Gruppo di lavoro ASA:

Prof. Massimo Carli, già docente di diritto regionale, Università di Firenze

Prof.ssa Elena D’Orlando, docente di diritto pubblico comparato, Università di Udine

ao. Univ.-Prof. Dr. Esther Happacher, docente di diritto pubblico, Universität Innsbruck

Prof. Roberto Louvin, docente di diritto pubblico comparato,  Università della Calabria

Prof. Roberto Toniatti, docente di diritto costituzionale comparato, Università di Trento

Partecipa alle attività del gruppo ASA:

Dott. Gianfranco Postal, magistrato della Corte dei conti, Trento

 

Temi e Percorsi di Autonomia Speciale (working papers)

 

LIA eBooks

 

Altre pubblicazioni

 

Eventi

 

Eventi esterni

 

Rapporti con le istituzioni

 

Recensioni

 

Sulla stampa